La Lettrice si racconta...

My dear October #5

Caro Ottobre,
Credo che una coperta calda e la compagnia di un buon libro dovrebbero entrare di diritto fra le cure prescrivibili in medicina. Nulla accarezza un cuore stanco e affaticato come l’immergersi in un oceano di carta bianca e nero inchiostro. Vivere avventure all’insegna delle più svariate emozioni e seguire personaggi a noi lontani (o vicini) è il rimedio a ogni tristezza, a ogni fatica. 

Forse tu non lo sai, mio dolce Ottobre, ma la vita che ogni giorno affrontiamo sa essere spigolosa di tanto in tanto. Il mio consiglio? ricaricare le batterie dell’anima e rimboccarsi le maniche per smussare questi angoli affilati. Non sempre è facile, a volte richiede più tempo del previsto.

Ma se ho imparato una cosa in questi anni è che tu, Ottobre, sei il mese perfetto per abbattere i propri ostacoli, per sguainare la spada e affrontare i mostri che intralciano il cammino. Anche questa volta ci sto provando a piccoli passi. Ma tu non scorrere via troppo veloce o potrei restare indietro a mani vuote.

Mi raccomando,
Gaia

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *